Blog

Intelligenza Emotiva: consigli di lettura!

Intelligenza emotiva per un figlio. Una guida per i genitori (John Gottman & Joan Declaire)      Può un genitore diventare un bravo “allenatore emotivo” per i propri figli? John Gottman, psicologo di fama mondiale, afferma che per essere buoni genitori l’intelligenza da sola non basta: consapevolezza emotiva e capacità di padroneggiare i sentimenti sono infatti quei fattori che determinano il successo e la felicità nella vita, inclusi i rapporti familiari. Come scrive Gottman, “I nostri studi dimostrano che i figli emotivamente allenati ottengono migliori risultati a scuola, stanno meglio in salute e stabiliscono reazioni più positive con i coetanei. Hanno anche minori problemi di comportamento e riescono a riprendersi più rapidamente dopo esperienze negative. L’intelligenza emotiva permette di essere più preparati ad affrontare i rischi e le sfide della vita” Attraverso test e un ampio numero di esempi pratici, l’autore esamina le fasi cruciali dello sviluppo di bambini e ragazzi dalla nascita fino all’adolescenza, esaminando temi quali la capacità di affrontare le proprie paure (abbandono, brutti sogni, conflitti tra genitori, morte) e di superare i conflitti. Nel libro vengono approfondite inoltre le “5 fasi-chiave dell’Allenamento emotivo” che un genitore deve apprendere per diventare un buon allenatore: Essere consapevoli delle emozioni del bambino Riconoscere nell’emozione un’opportunità di intimità e di insegnamento Ascoltare con empatia e convalidare i sentimenti del bambino Aiutare il bambino a trovare le parole per definire le emozioni che prova Porre dei limiti mentre si aiuta il bambino a risolvere il problema

Allenamento Emotivo: primo step.

Nessuno è in grado di insegnare ciò che non conosce! John Gottman nel suo libro “Intelligenza emotiva per un figlio. Una guida per i genitori” illustra le 5 fasi per diventare un Allenatore Emotivo, colui cioè che insegna ai propri figli a regolare i sentimenti, trovando adeguate valvole di sfogo e risolvendo problemi. Il genitore allenatore comunica al figlio che va bene provare ogni emozione, in quanto queste ci forniscono delle informazioni su noi stessi e sul nostro rapporto con il mondo, mentre non va bene mettere in atto qualunque tipo di comportamento.  Il primo passo per divenire un Allenatore Emotivo è quello di divenire consapevole dell’emozione di nostro figlio.  Come si fa? Divenendo prima consapevoli delle proprie emozioni. Non possiamo infatti insegnare qualcosa che non conosciamo adeguatamente.  Attraverso il Modello ABC dell’emozione, che spiega il meccanismo che sta alla base delle reazioni emotive, è possibile iniziare questo percorso. A indica qualsiasi evento o situazione; B comprende pensieri valutatativi riguardanti ciò che accade al punto A; C è la reazione emotiva e il comportamento che ne deriva. Vediamo un esempio. Immaginiamo di essere a casa e di sentire improvvisamente un gran fracasso provenire dalla cucina. Andiamo a vedere e scopriamo che nostro figlio ha rotto un bicchiere. Come vi sentite? Maria magari si sentirà furiosa, Giovanna un po’ arrabbiata e Letizia un po’ infastidita. Come è possibile che la stessa situazione dia luogo a tre emozioni di intensità così diversa? La risposta è possibile reperirla nel contenuto del nostro dialogo interiore, cioè nella B.  Il dialogo interiore di Maria potrebbe ad […]

Diete Miracolo? NO Grazie!

”Rare sono le persone che usano la mente, poche coloro che usano il cuore e uniche coloro che usano entrambe”(Rita Levi Montalcino) Mi è capitato negli ultimi giorni di vedere su Facebook sempre più persone che si presentano come professionisti del benessere o come coach per perdere peso. La popolazione a cui si rivolgono chiaramente è la più variegata, come per esempio donne in gravidanza o che allattano, con la promessa di far perdere i chili di troppo in breve tempo. La prima domanda che mi pongo è la seguente: con quale titolo svolgono questo lavoro? La seconda invece è più una riflessione: probabilmente dovrò ammettere mio mal grado che ci sono persone che sanno fare meglio di me il mio lavoro pur non avendo il mio stesso titolo di studio o quello della mia collega Francesca Svetoni, Biologa Nutrizionista. Ci sono persone che non riescono a perdere peso non perché sono svogliate ma perché malate! Avete mai sentito parlare per esempio di Disturbi del Comportamento Alimentare, in particolare di Disturbo da Alimentazione Incontrollata? Ecco queste persone devono essere seguite da professionisti esperti che conoscono tale patologia e che sanno come curarla. Queste persone non perdono peso o magari lo riacquistano dopo averlo perso con diete drastiche perché non viene affrontato mai l’aspetto psicologico che sta alla base. Ad esempio tra i fattori scatenanti e di mantenimento di tale patologia è possibile individuare un’ intolleranza alle emozioni negative, come ad esempio ansia, rabbia, disperazione, noia, che possono essere provocate da molteplici eventi.   Se finora nessun tipo di queste diete “miracolo” ha mai funzionato, probabilmente nessuna di […]

Incontro Intelligenza Emotiva: feedback!

“I figli emotivamente allenati ottengono migliori risultati a scuola, stanno meglio in salute e stabiliscono relazioni più positive con i coetanei. Hanno anche minori problemi di comportamento e riescono a riprendersi più rapidamente dopo esperienze negative. L’intelligenza emotiva permette di essere più preparati ad affrontare i rischi e le sfide della vita” (Gottman). Lunedì 9 maggio c/o il Nido di Infanzia la Valle Incantata si è svolto l’incontro sull’Intelligenza Emotiva. Mi farebbe piacere ricevere un riscontro da parte di tutte le mamme presenti e anche delle maestre! Io e Francesca saremo felici di ricevere un feedback da parte di tutti: critiche, suggerimenti, idee!! Qualunque cosa riteniate utile dirci. Grazie in anticipo. Francesca & Ilaria

Maggio Mese della Prevenzione!

La Dott.ssa Francesca Svetoni (Biologa Nutrizionista) e la Dott.ssa Ilaria Zambrini (Psicologa Psicoterapeuta) sono a disposizione per rispondere a tutte le domande relative ai seguenti argomenti! Allattamento e Svezzamento. Problematiche della donna durante la gravidanza e nel post partum Obesità infantile e adolescenziale Malattie infiammatorie croniche intestinali Celiachia Malattie metaboliche e cardiovascolari Se hai dubbi o desideri ricevere semplicemente delle informazioni contattaci. Saremo liete di poterti essere di aiuto!

Fame emotiva: chi è costei?

  Se la risposta a questa domanda è sì, sappi che hai appena “stretto la mano” alla nostra nemica Fame Emotiva! Si tratta di quella voglia di mangiare che prende, non perché si è a digiuno da diverse ore, ma perché in quel momento proviamo un’emozione negativa che ci crea disagio e sofferenza. Rabbia, ansia, noia, stress sono solo alcuni esempi di emozioni che, per essere gestite, trovano una valvola di sfogo nel cibo. Questo è il motivo per cui le diete non ci fanno ottenere i risultati sperati: non perché siamo delle persone senza forza di volontà, delle deboli e senza alcuna possibilità di cambiare ma perché le emozioni diventano cibo. La ricerca scientifica ha infatti evidenziato che esiste una relazione tra le emozioni negative e la tendenza alle abbuffate e tra il tipo di cibo ricercato e l’emozione provata. Per questo motivo una delle prime cose che dobbiamo imparare a fare è distinguere la fame fisiologica, o vera che dir si voglia, da quella nervosa. La prima è infatti caratterizzata da un senso di vuoto allo stomaco accompagnata da un brontolio. Cresce piano piano è più facile da gestire e per placarla è sufficiente anche un frutto. Trattandosi di un bisogno concreto del corpo, si esaurisce una volta raggiunto un senso di pienezza (regola di stop). La fame emotiva invece, pur non corrispondendo a vere e proprie sensazioni fisiche, si caratterizza per una sensazione di tensione diffusa in tutto il corpo e ad un leggere pizzicore alla gola. A differenza della fame fisiologica, quella emotiva ci porta a mangiare in modo automatico e veloce ed è […]


 

Il maggior pericolo nella vita consiste nel prendere troppe precauzioni
Alfred Adler

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi